Salta al contenuto

Lunedì 26 Settembre 2016

Cerca nel sito del Comune di Cagliari

Indice


Breadcrumbs
Corpo della pagina
Leftbar
Contenuti principali

SANTA IGIA

L'iscrizione nello schedario della popolazione temporanea può essere richiesta da persone residenti in altro comune o all'estero che dimorano a Cagliari provvisoriamente per motivi di studio, di lavoro o familiari, ma che non si trovano ancora in condizione di stabilirvi la dimora abituale.

Destinatari del servizio:
Cittadini italiani, stranieri e comunitari.
In particolare, i cittadini dei paesi dell'Unione Europea hanno diritto d'ingresso in Italia dove possono soggiornare senza alcuna formalità per un periodo non superiore a tre mesi. E' sufficiente che abbiano un documento d'identità valido per l'espatrio.
Il cittadino che vuole soggiornare più di tre mesi non deve più chiedere la carta di soggiorno ma deve richiedere l'iscrizione all'anagrafe del comune dove intende stabilirsi.
Qualora però il soggiorno previsto in Italia sia superiore ai tre mesi ma temporaneo, come nel caso di studenti, lavoratori distaccati o lavoratori stagionali, può essere invece richiesta l’iscrizione allo schedario della popolazione temporanea.

I cittadini italiani residenti in altro Comune Italiano, che dimorino da almeno 4 mesi:

I cittadini non appartenenti all'Unione Europea, residenti all'estero o altro Comune italiano, che dimorino da almeno 4 mesi;
I cittadini dell'UE (Unione Europea), residenti all'estero o in altro Comune italiano,che dimorino da almeno 3 mesi (Decreto Lgsl. n.30/2007).
Quando la permanenza supera i 12 mesi, il cittadino non può essere più considerato temporaneo e deve quindi chiedere l'iscrizione nell'anagrafe della popolazione residente.

Requisiti :
Avere la dimora temporanea a Cagliari;
Essere in possesso dei requisiti previsti dalla Legge relativamente a risorse economiche e copertura sanitaria:

Documenti da presentare :

Cittadini residenti in altri comuni italiani

1. documento di identità

2. attestato di iscrizione anagrafica rilasciato dal Comune di provenienza

Cittadini non residenti in nessun Comune italiano

3.    passaporto o documento equipollente inoltre, a seconda della loro condizione,
              devono presentare ulteriore documentazione;      
            Studenti:
             4.    certificazione di iscrizione al corso presso un istituto riconosciuto e durata dello
                    stesso:
             5.    tessera sanitaria europea (TEAM) o assicurazione che copra tutti i rischi sanitari;
              6.   attestante la disponibilità di risorse economiche.
Questo requisito può essere dichiarato, l'autocertificazione deve comunque indicare la fonte di reddito dichiarato e ogni altro elemento utile a poter effettuare le verifiche (es. i dati del conto corrente postale e/o bancario). Le risorse economiche possono essere elargite da terzi.
Per la quantificazione delle risorse economiche sufficienti si utilizza il parametro dell’importo dell’assegno sociale.
Lavoratori distaccati:
              7.    dichiarazione della filiale italiana della casa madre

Lavoratori stagionali:

ultima busta paga;
ricevuta di versamento dei contributi INPS;
comunicazione di assunzione al CIP - Centro per l'Impiego;
ricevuta di denuncia all'INPS del rapporto di lavoro;
comunicazione all' INAIL del rapporto di lavoro;
contratto di lavoro contenente gli identificativi INPS e INAIL
Dalla documentazione deve comunque rilevarsi che si tratta di rapporto di lavoro stagionale.
Altri casi:
documentazione che dimostri la temporaneità del soggiorno
tessera sanitaria europea (TEAM) o assicurazione che copra tutti i rischi sanitari;
documentazione attestante la disponibilità di risorse economiche.
Questo requisito può essere dichiarato, l'autocertificazione deve comunque indicare la fonte di reddito dichiarato e ogni altro elemento utile a poter effettuare le verifiche (es. i dati del conto corrente postale e/o bancario). Le risorse economiche possono essere elargite da terzi.
Per la quantificazione delle risorse economiche sufficienti si utilizza il parametro dell’importo dell’assegno sociale.

Dopo l’avvenuta iscrizione il cittadino comunitario può richiedere il rilascio dell’attestato di iscrizione allo schedario della popolazione temporanea. L'iscrizione è valida un anno, dopo questo termine l'anagrafe provvede alla cancellazione dallo schedario e, comunque possibile presentare una nuova domanda di iscrizione trascorso un anno dalla cancellazione.
Il Comune è tenuto a comunicare al Comune di residenza dell'iscritto l'avvenuta registrazione allo schedario della popolazione temporanea.

Costo : nessun costo


Dove rivolgersi:
Sede Centrale, Uffici di Città, Municipalità di Pirri.

Rightbar